Nel 25° anniversario del Photored in Italia
tra i tanti hanno detto:

famigli
Mauro Famigli
Com.te PM
Torino

L’installazione di strumenti elettronici di rilevamento di violazioni al codice della strada, omologati a norma di Legge, e più in generale l’utilizzo della tecnologia contribuisce a migliorare la qualità del servizio di polizia stradale nelle città, soprattutto perché garantisce un controllo più esteso su comportamenti pericolosi per la sicurezza e consente di “liberare” operatori di polizia per il presidio del territorio e per la sicurezza urbana.

napolitano
Giuseppe Napolitano
Com.te PM
Pistoia

Non solo accertamenti di violazione indiscutibilmente certi, ma anche occasione di interessanti indagini statistiche, di attività di prevenzione in materia di sicurezza stradale e di stimolo al rispetto delle regole di vita sociale: questo e il risultato sperimentale dell’utilizzo degli strumenti elettronici di rilevazione automatica di violazioni al codice della strada.

 
chiari
Franco Chiari
Com.te PM
Modena

A mio avviso, tutti gli strumenti di rilevazione automatica delle violazioni del Codice della Strada dotati di regolare omologazione hanno il merito di liberare le nostre pattuglie da alcune delle attività di controllo stradale, a favore delle attività volte alla sicurezza urbana e al presidio del tenitorio. Sulla base della mia diretta esperienza, ritengo inoltre che il maggior pregio delle apparecchiature utilizzate per l’accertamento delle violazioni che maggiormente influiscono sulla sicurezza stradale, come la circolazione oltre i limiti di velocità ed il transito nonostante il segnale rosso semaforico, sia quello di svolgere un’importante azione di deterrenza e di contribuire, nelle zone ove sono installati, a cambiare in positivo il comportamento dei conducenti con importanti riflessi sulla riduzione del numero e delle conseguenze degli incidenti stradali.

dicapua
Giovanni Di Capua
Com.te PM
Conversano

Sebbene non abbia avuto l’oppoi11mita di utilizzarli direttamente, ho avuto modo di apprezzare il “crollo” delle infrazioni di cui all’art. 146 C.d.S. rilevate sul territorio di oltre l‘80% in due anni di funzionamento degli apparati. Ritengo che questa sia un’ottima risposta alle esigenze di prevenzione ed all’aumento della sicurezza in materia di circolazione stradale.

germana
Renzo Germanà
Com.te PM
Caltagirone

Il Photored e un chiaro esempio dell’impiego sempre più massiccio di tecnologia a supporto delle attività degli organi di polizia. L’obiettivo comune e la sicurezza delle nostre strade: da un lato educate dall’a1t’ro reprimere in modo certo e inoppugnabile i comportamenti scorretti; una certezza che pub essere garantita oltre che dalla presenza sempre più rara del “vigile”, da strumenti sofisticati, tecnologicamente avanzati e a norma, Felice quindi di partecipare alla celebrazione del 25° anniversario del Photored, augurando all’Azienda che lo ha promosso futuri successi, assicurati dalla professionalità, simpatia e competenza dei suoi collaboratori. Auguri.