Pagamento

La fornitura delle apparecchiature e l’esecuzione dei vari servizi complementari possono essere remunerati attraverso gli incassi rivenienti dalle infrazioni rilevate dalle apparecchiature, accertate ad esclusivo giudizio del Pubblico Ufficiale di Polizia Municipale in base alle vigenti leggi, circolari ministeriali ed omologazione, notificate ed incassate. La nostra società è disponibile a fatturare le prestazioni eseguite emettendo fattura alla fine di ogni mese nel periodo di vigenza del servizio. A tal proposito è necessario che siamo autorizzati alla apertura di un conto corrente di servizio nel quale confluiranno i pagamenti delle sanzioni rilevate a mezzo delle apparecchiature automatiche di documentazione fotografica delle infrazioni. La nostra società provvederà a:

  1. ritirare mensilmente dagli incassi pervenuti sul conto corrente di servizio, le somme anticipate per la notificazione dei verbali e tutte le altre somme relative ai servizi effettuati così come previsti in contratto;
  2. rendicontare mensilmente sulla quantità e qualità dei proventi incassati;
  3. trasmettere al Comando di Polizia Municipale la password per l’accesso in tempo reale alle movimentazioni del conto corrente di servizio;
  4. riversare mensilmente gli incassi pervenuti sul conto corrente postale di servizio, al netto dei prelievi di cui al precedente punto “1”, sul conto corrente postale n° ______________ intestato al Comune – Servizio di tesoreria”. Qualora quanto previsto ai precedenti punti non fosse possibile per incassi insufficienti, il prelievo delle spese anticipate e delle nostre competenze verrà effettuato appena si sarà creata la relativa disponibilità, salvo il prelievo delle minori somme disponibili, senza che da parte nostra si possano pretendere interessi per il ritardato pagamento.

A garanzia degli incassi pervenuti a favore del Comune nel mese di riferimento, la nostra società è disponibile a prestare una polizza fidejussoria di importo convenuto col Comune, conforme a quanto previsto dal 2° comma dell’art. 113 del D.lgs. n°163/2006. La durata della garanzia sarà pari a quella dell’appalto. Può convenirsi che il mancato riversamento al Comune, alle scadenze previste, delle somme spettanti allo stesso comporterà la rescissione automatica del contratto e l’incameramento della somma di cui alla polizza fideiussoria di cui innanzi, ferma ed impregiudicata la facoltà dell’Amministrazione Comunale di attivare tutte le azioni giudiziarie, non esclusa l’azione penale, per il risarcimento dei danni provocati dalla risoluzione anticipata del contratto.